Home | Contatto | Colophon | Sicurezza & Privacy | Mappa del sito

La realtà oggi

Quando si hanno dei risparmi sorge il problema su come investirli, indipendentemente se si tratta di un piano previdenziale o per un obiettivo più imminente. Le vie da seguire sono tante. La strada comunemente più utilizzata è quella di rivolgersi alla propria banca, al promotore finanziario o a una compagnia d’assicurazione e di farsi consigliare. Per questa consulenza apparentemente non si paga niente. In realtà non è così. Tutti questi operatori operano in un conflitto d’interesse con il cliente, perché la loro remunerazione è data normalmente da elevate provvigioni sui prodotti venduti difficilmente identificabili da una persona non esperta. Più un prodotto finanziario è rischioso, più alte sono normalmente le provvigioni per il venditore. È quindi evidente che vengono proposti tendenzialmente prodotti più rischiosi che generano alte provvigioni. Il venditore cerca in sostanza di offrire ciò che rende molto a lui, e non al cliente. In questo contesto vanno aggiunte anche le semplici obbligazioni della propria banca (non quotate) che vengono vendute allo sportello e che a prima vista sono “privi di costi”. Qui invece abbiamo un costo opportunità, perché queste obbligazioni tendenzialmente rendono meno rispetto ad altre quotate in borsa. Le elevate commissioni e i bassi rendimenti distruggono a lungo andare il patrimonio reale del risparmiatore.

Un’altra frequente realtà dei risparmiatori è quella che essi spesso hanno più posizioni (portafoglio titoli, polizze assicurative, …) presso vari intermediari. Ma come fa l’agente assicurativo a effettuare una sana consulenza se non conosce esattamente il portafoglio titoli di una o più banche, e viceversa? In tali situazioni, la mano sinistra non sa cosa fa la mano destra, e questo non permette di gestire in modo ottimale i rischi del cliente perché manca una coordinazione centralizzata.

Il consulente finanziario indipendente invece coordina come un direttore d’orchestra i vari elementi del patrimonio delle famiglie, dei liberi professionisti e degli imprenditori, cercando di proteggerlo e di potenziarlo. Essendo il cliente a pagarlo, opera nell’esclusivo interesse del cliente.
Viene remunerato direttamente ed esclusivamente dal cliente (fee only) e in questo modo non esiste un conflitto di interesse fra cliente e consulente.

I vantaggi che derivano da una consulenza finanziaria indipendente sono notevolmente superiore rispetto alla parcella del consulente.

In Italia questa figura professionale è ancora poco conosciuta, ma negli Stati Uniti e in Gran Britannia ormai da tanti anni la maggioranza dei risparmiatori più qualificati si affida ad un consulente finanziario indipendente.

In Europa, la figura professionale del consulente finanziario indipendente ha trovato la sua istituzionalizzazione con la Direttiva 2004/39/CE [293 KB] (MiFID), mentre in Italia questa figura professionale verrà istituzionalizzata fra breve con l’operatività dell’Albo nazionale dei professionisti e delle società di consulenza indipendente.

  Studio Kofler | Dr. Hermann Kofler | Via Ugo Foscolo 7 | 39012 Merano (Bolzano) | Italia | P. IVA 02451820217 | Tel. +39 335 203365